Pace Sociale #20

dallapartedellebambine

La cultura alla quale apparteniamo si serve di tutti i mezzi a sua disposizione per ottenere dagli individui dei due sessi il comportamento più “adeguato” ai valori che le preme conservare e trasmettere: fra questi anche il mito della “naturale” superiorità maschile contrapposta alla “naturale” inferiorità femminile.

Dall’arredamento delle camere, ai giochi “adatti” o meno, alla letteratura infantile, alla scuola la discriminazione continua..

L’operazione da compiere dunque “non è di formare le bambine ad immagine e somiglianza dei maschi, ma di restituire a ogni individuo che nasce la possibilità di svilupparsi nel modo che gli è più congeniale, indipendentemente dal sesso cui appartiene”.

[audio:http://www.radiazione.info/wp-content/uploads/2013/03/idjc.2013-03-28183040.02.mp3]